Servizio MAD Docenti

Sei un docente e vuoi aumentare la possibilità di ottenere una supplenza?

Voglioilruolo ti offre, compreso nell'abbonamento, l'invio delle MAD fino a tre province per tutti gli ordini e gradi di scuola.

Inserisci i dati, scegli le province e le classi di concorso. Voglioilruolo creerà automaticamente per te la domanda, e la invierà a tutte le scuole in cui si insegna la tua materia!
Invio immediato e senza costi aggiuntivi!

Migliori Classi di concorso

Scopri quali sono le materie che puoi insegnare con il tuo titolo di studio. Inserisci la tua laurea/diploma e clicca su Cerca. Il sistema ti fornirà un elenco delle classi di concorso alle quali puoi accedere e, se sei abbonato, ti suggerirà le classi di concorso migliori per te sulla base delle opportunità occupazionali nelle province di tuo interesse.
Provalo subito! Inserisci qui il tuo titolo di studio

OK OK

Migliori Scuole

Aggiornato al 2016!
Scopri quali sono le scuole con maggiori opportunità di impiego per la tua materia.
Inserisci la provincia e la classe di concorso di tuo interesse. Il sistema ti fornirà un elenco di scuole, ordinate in base al numero di cattedre ed ore residue della materia di tuo interesse presenti in ogni istituto.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso

Scorri Graduatorie

Aggiornato con le GAE 2016!
Naviga tra le graduatorie ad esaurimento arricchite dalle analisi di voglioilruolo sull’andamento storico delle assunzioni.
Sono consultabili tutte le graduatorie ad esaurimento di ogni ordine e grado dal 2009 al 2016.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso che desideri consultare

Provincia Migliore

Sei un docente precario abilitato?
Indica la tua abilitazione ed il tuo punteggio. Il sistema calcola per te quale posizione occuperesti in Graduatoria ad esaurimento in tutte le province italiane.

Provalo subito inserendo la tua Classe di Concorso e i tuoi punti

Flussi migratori

Analisi degli spostamenti di regione avvenuti nell'ultimo aggiornamento delle GAE (2014)

Trasferimenti

Aggiornato con i trasferimenti avvenuti nel 2016!
Sei un docente di ruolo e pensi di trasferirti?
Hai bisogno di uno strumento innovativo che ti aiuti a capire come orientarti?
Vuoi sapere quanti altri colleghi (e con quanti punti) stanno pensando di trasferirsi nelle tue stesse destinazioni?

Scorri Concorso

Naviga tra le graduatorie del Concorso Docenti DDG 82/2012. Qui le potrai trovare raccolte tutte su un’unica piattaforma e, per ogni graduatoria, potrai visualizzare posti messi a bando e ultimo immesso in ruolo.
In questo modo saprai quanti vincitori devono ancora essere assunti da Concorso.

Provalo subito inserendo regione e classe di concorso che desideri consultare

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Invio MAD immediato e senza costi aggiuntivi per gli utenti abbonati.

Voglioilruolo offre un nuovo servizio per l’invio immediato delle MAD (Domande di Messa a Disposizione) per le supplenze alle scuole in cui si insegna la propria materia. Il servizio è gratuito per gli utenti abbonati e consente di spedire le MAD fino a 3 province per tutti gli ordini e gradi di scuola in pochi e semplici passi. Una volta inserita la domanda e indicate province e classi di concorso di interesse, il sistema seleziona automaticamente le scuole a cui verrà inviata la domanda e le visualizza su una mappa interattiva. E' quindi possibile visualizzare un'anteprima della domanda, apporre delle eventuali modifiche ad essa, ed infine procedere con l'invio delle MAD. Voglioilruolo invierà istantaneamente via email le MAD alle scuole individuate. Voglioilruolo, inoltre, grazie al servizio “Migliori Classi di Concorso" fornisce un valido supporto per la scelta delle classi di concorso alle quali accedere con il proprio titolo di studio, ed aiuta anche ad individuare le province in cui è maggiore la probabilità di essere chiamati mediante il servizio "Provincia Migliore". Per una scelta efficace delle scuole destinatarie delle MAD, è infatti necessario tener conto di quanti docenti siano ancora presenti in graduatoria ad esaurimento per una determinata classe di concorso: essendo gli stessi docenti presenti anche in I fascia delle graduatorie di istituto, la convocazione per una supplenza è ovviamente subordinata all’eventuale presenza di docenti abilitati. Voglioilruolo è l'unica piattaforma online che consente questo tipo di analisi, grazie all'elaborazione dei dati delle GAE che effettua da anni e con cui alimenta i propri servizi.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Come utilizzare i dati e i servizi presenti su Voglioilruolo per inserirsi nelle graduatorie di istituto

In questi giorni i docenti precari sono alle prese con la domanda per l’inserimento in graduatoria di istituto di II e III fascia per il triennio 2017/2020. In questa prima fase con scadenza 24 giugno i docenti sono chiamati a presentare la domanda indicando le Nuove classi di concorso. In una seconda fase saranno chiamati ad effettuare la scelta delle sedi. Voglioilruolo supporta i docenti precari che intendono inserirsi nelle graduatorie di istituto con i suoi servizi “Migliori Classi di Concorso” e “Migliori Scuole” Ecco una guida su come utilizzare al meglio i dati ed i servizi presenti su Voglioilruolo per inserirsi nelle graduatorie di istituto. SCELTA DELLE CLASSI DI CONCORSO In questa prima fase risulta più che mai utile il servizio “Migliori Classi di Concorso”: inserendo il proprio titolo di studi, il servizio presenta l’elenco delle classi di concorso alle quali si può accedere, razionalizzate e accorpate secondo le nuove classi di concorso in base al DPR n.19/2016. Per ogni classe di concorso sono indicate le materie e le scuole in cui si insegnano e le eventuali condizioni in termini di crediti formativi universitari da possedere. Le classi di concorso vengono presentate secondo un elenco ordinato. L’ordinamento avviene in base alla consistenza, a livello nazionale, della relativa Graduatoria ad Esaurimento. E’ necessario tener conto di quanti docenti sono ancora presenti in graduatoria ad esaurimento per una determinata classe di concorso: essendo gli stessi docenti presenti anche in I fascia delle graduatorie di istituto, la chiamata dalla terza fascia per una supplenza è ovviamente subordinata all’eventuale presenza di docenti in I e II fascia. Le graduatorie ad esaurimento sono ancora organizzate secondo le vecchie classi di concorso, pertanto il servizio calcola la consistenza nazionale in base alla corrispondenza tra vecchie e nuove classi tenendo anche conto degli eventuali accorpamenti. Cliccando su una particolare classe di concorso, sulla destra compare la mappa dell’Italia con la quale è possibile conoscere i dettagli per provincia sulla consistenza della relativa graduatoria ad esaurimento, l’andamento storico delle assunzioni in ruolo per quella determinata classe di concorso e visualizzare la relativa graduatoria ad esaurimento (se ancora presente). Attenzione alla dicitura “fascia II” o “fascia III” che compare nell’elenco della graduatoria ad esaurimento in quanto non si riferisce alle graduatorie di istituto ma all’organizzazione, sempre a fasce, delle graduatorie ad esaurimento. SCELTA DELLE SEDI Una volta individuate le migliori classi di concorso rispetto al proprio titolo di studi, bisogna scegliere le scuole in cui si desidera effettuare le supplenze. Il servizio “Migliori Scuole” supporta i docenti nella scelta delle sedi. Indicando la classe di concorso e la provincia, “Migliori Scuole” ordina le sedi, da quella con più cattedre a quella con meno cattedre. L’ordinamento delle scuole attualmente avviene in base all’organico di diritto. Mediante la conoscenza dell’organico di diritto è possibile sapere quanti titolari sono presenti in una determinata scuola e quante ore residue sono disponibili. Questo dato non è disponibile per tutte le province, a causa della mancata pubblicazione degli organici di diritto da parte di alcuni provveditorati. Ove non presente il dato sull’organico, Voglioilruolo comunque riporta l’elenco delle scuole in cui è presente l’insegnamento nella provincia indicata. Per rendere ai propri utenti un servizio ancora più efficiente, Voglioilruolo integrerà ulteriori dati sulle scuole in tempo utile per la fase di scelta delle sedi.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

CARTA DEL DOCENTE: PIATTAFORMA ATTIVA.

Trasmettiamo, di seguito, l'avviso pubblicato sul sito del MIUR relativa all'apertura della piattaforma "Carta del docente". In allegato la normativa e  le FAQ  di utilizzo della carta pubblicate sulla piattaforma stessa.   Carta del Docente, da oggi on line la piattaforma: al via la registrazione di esercenti ed enti di formazione   È da oggi on line - per consentire la registrazione di enti accreditati ed esercenti - l’applicazione web cartadeldocente.istruzione.it che, a partire dal 30 novembre, consentirà agli insegnanti di ruolo di utilizzare on line, attraverso un borsellino elettronico, i 500 euro per l’aggiornamento professionale.   Quest’anno i 500 euro potranno essere spesi generando sull’apposita piattaforma buoni di spesa per:   l'acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale; l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all'aggiornamento professionale; l'acquisto di hardware e software; l'iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'Istruzione; l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale; l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche; l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo; iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.   Per accedere alla piattaforma serve ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid). L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare in qualunque momento, non c’è scadenza. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un'unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi). A partire dal 30 novembre, giorno di apertura del sito ai docenti, sarà attivo un call center interamente dedicato all’utilizzo della Carta per supportare gli insegnanti. I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti o gli enti di formazione registrati con la semplice esibizione su smartphone o tablet. La stampa sarà ovviamente possibile, ma non necessaria. I 500 euro della Carta del Docente potranno essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico.   Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà agli insegnanti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controllo i pagamenti. E alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.   Per gli enti ed esercenti l’applicazione web prevede una serie di link di approfondimento, domande frequenti e un help desk a supporto della procedura di registrazione. Un esercente o un ente possono registrarsi da oggi in qualsiasi momento, non c’è scadenza limite. Sono già inseriti in piattaforma, fra gli altri, 228 musei23 aree archeologiche, 8.406 scuole di ogni ordine e grado (per la parte che riguarda la formazione).   cartadeldocente_infoprivacy cartadeldocente_normativa CONDIZIONI GENERALI_docenti Domande frequenti docenti Domande frequenti SPID

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Carta del docente: nuovo sistema di erogazione dei 500 euro. Breve guida.

A seguito di numerose richieste di chiarimento sul nuovo sistema di erogazione dei 500 euro della carta del docente, la nostra redazione ha predisposto una semplice guida riepilogativa. Normativa di riferimento Legge 107/2015, art. 1, comma 121 DPCM 23 settembre 2015 Informativa Miur del 22 Novembre 2016 (oggetto di nuovo DPCM) Beneficiari Docenti a tempo indeterminato delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, sia a tempo pieno che parziale, compresi: - Docenti in periodo di formazione e prova - Docenti inidonei - Docenti in comando - Docenti in distacco - Docenti fuori ruolo - Docenti in servizio all’estero - Docenti delle scuole Militari Come ottenere la Carta del Docente L'importo dei 500 euro per l’auto formazione dei docenti da quest’anno non viene erogato sul cedolino dello stipendio in modo diretto ma sarà disponibile attraverso un’applicazione che genera “buoni spesa” all’interno di un “borsellino elettronico” da impiegare nei punti vendita accreditati in piattaforma. I buoni spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione. Sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta. Per ottenere la Carta del docente è necessario iscriversi ad una piattaforma, attiva dal 30 novembre 2016, all’indirizzo: http://cartadeldocente.istruzione.it/ Per la registrazione è necessario l’utilizzo del codice SPID. Codice SPID Si tratta dell'identità digitale per l'accesso ai servizi della pubblica amministrazione (Sistema Pubblico Identità Digitale). Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un'unica username e un'unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici. A chi richiedere il codice SPID Il codice SPID va richiesto ad uno dei gestori accreditati: InfoCert, Poste Italiane, Sielte o TIM. Le modalità sono indicate al seguente indirizzo: http://www.spid.gov.it/richiedi-spid Quali beni potrò acquistare L’applicazione offre otto «ambiti di acquisto» : 1. Formazione e aggiornamento per l’iscrizione a: corsi di laurea e post laurea, corsi di aggiornamento, corsi di perfezionamento e master universitario e non, corsi e percorsi formativi organizzati dalla scuola, 2. Libri e Testi (anche in formato digitale) per l’acquisto di pubblicazioni e riviste 3. Mostre ed eventi culturali 4. Musei 5. Cinema 6. Teatro 7. Spettacoli dal vivo 8. Hardware e Software Come funziona Selezionato l’ambito di interesse la piattaforma offre l’elenco degli esercenti presso cui acquistare il bene. La piattaforma genera un buono di acquisto stampabile con codice a barre utilizzabile per l’acquisto presso l’esercente prescelto. Possibile anche l’acquisto on line (già presente in piattaforma Amazon e Ticket One) Contestualmente all’acquisto la piattaforma mostra la disponibilità residua del borsellino. Se il bene da acquistare è superiore a 500 euro, il docente dovrà aggiungere la differenza. E’ possibile annullare il buono prenotato e non ancora utilizzato per l’acquisto, ad eccezione degli ingressi ai musei che una volta generati non possono più essere modificati. Le somme non spese nell’anno scolastico 2016/17 saranno utilizzabili nell’anno scolastico successivo in aggiunta ai nuovi 500 euro del borsellino 2017/18 (da verificare sul nuovo DPCM) Rendicontazione Non è prevista nessuna rendicontazione a carico del docente e nessun controllo da parte delle segreterie scolastiche in quanto la procedura informatizzata garantisce in modo automatico il corretto utilizzo della card. Somme già spese dal 1°settembre 2016 al 30 novembre 2016 Le somme relative all’anno scolastico 2016/17 eventualmente già spese dal 1°settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale (nell’area "Hai già speso?"). Il sistema fornisce al MIUR i dati necessari per assegnare alla scuola di servizio l’equivalente della somma spesa per il rimborso diretto al docente interessato previa presentazione della documentazione di acquisto. Tale procedura è prevista solo per l’anno scolastico 2016/17 poiché già dal 01/09/2017 sarà accessibile il nuovo borsellino.

Ultime da Quesiti & Risposte

sceintifico pni accesso aree ar08 e ar02

Ciao, un saluto a tutti, pongo una questione Situazione: -diploma scientifico pni(piano nazionale informatica) è il mio in possesso. Diciamo che: -scientifico normale dà accesso ad AT area ar08 - scientifico PNI è ddefinito sperimentazione informatica (secondo me dovrebbe dare accesso anche ad area ar02) Nella tabella C del ministero per la 3a fascia graduatorie ATA non vengono specificati titoli esatti ma solo le loro descrizioni: nella tabella C esiste la dicitura "INFORMATICA (MINI SPERIM.)" come TF21, che può essere associata alla maturità scientifica PNI (indirizzo sperimentale informatico come definito all'epoca prima della Gelmini) ?? Questo ragionamento secondo voi è corretto? Avete precedenti simili? Grazie

Ultime da Quesiti & Risposte

sceintifico pni accesso aree ar08 e ar02

Ciao, un saluto a tutti, pongo una questione Situazione: -diploma scientifico pni(piano nazionale informatica) è il mio in possesso. Diciamo che: -scientifico normale dà accesso ad AT area ar08 - scientifico PNI è ddefinito sperimentazione informatica (secondo me dovrebbe dare accesso anche ad area ar02) Nella tabella C del ministero per la 3a fascia graduatorie ATA non vengono specificati titoli esatti ma solo le loro descrizioni: nella tabella C esiste la dicitura "INFORMATICA (MINI SPERIM.)" come TF21, che può essere associata alla maturità scientifica PNI (indirizzo sperimentale informatico come definito all'epoca prima della Gelmini) ?? Questo ragionamento secondo voi è corretto? Avete precedenti simili? Grazie

Ultime da Quesiti & Risposte

sceintifico pni accesso aree ar08 e ar02

Ciao, un saluto a tutti, pongo una questione Situazione: -diploma scientifico pni(piano nazionale informatica) è il mio in possesso. Diciamo che: -scientifico normale dà accesso ad AT area ar08 - scientifico PNI è ddefinito sperimentazione informatica (secondo me dovrebbe dare accesso anche ad area ar02) Nella tabella C del ministero per la 3a fascia graduatorie ATA non vengono specificati titoli esatti ma solo le loro descrizioni: nella tabella C esiste la dicitura "INFORMATICA (MINI SPERIM.)" come TF21, che può essere associata alla maturità scientifica PNI (indirizzo sperimentale informatico come definito all'epoca prima della Gelmini) ?? Questo ragionamento secondo voi è corretto? Avete precedenti simili? Grazie