Trasferimenti

Aggiornato con i trasferimenti avvenuti nel 2015!
Sei un docente di ruolo e pensi di trasferirti?
Hai bisogno di uno strumento innovativo che ti aiuti a capire come orientarti?
Vuoi sapere quanti altri colleghi (e con quanti punti) stanno pensando di trasferirsi nelle tue stesse destinazioni?

Scorri Graduatorie

Naviga tra le graduatorie ad esaurimento arricchite da informazioni quali: posti disponibili per il ruolo, nominati in fase B, ultimi nominati per incarichi a tempo indeterminato e determinato, graduatorie esaurite, ultimi nominati in ruolo o a tempo determinato. Sono consultabili tutte le graduatorie ad esaurimento di ogni ordine e grado dal 2009 al 2015.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso che desideri consultare

Simulazione Graduatoria Unica Nazionale 2015

Online la prima e sola simulazione di Graduatoria ad Esaurimento Unica Nazionale.
La ipotizzano tutti da tempo e voglioilruolo la simula e, con un solo click, è possibile esaminarne gli aspetti per tutte le classi di concorso. Inserisci la tua classe di concorso e visualizza quale sarebbe la tua posizione ed i posti disponibili complessivi nella graduatoria unica nazionale.

Provalo subito scegliendo la classe di concorso per la quale desideri consultare la simulazione

Provincia Migliore

Indica la tua abilitazione e il tuo punteggio. Il sistema calcola per te quale posizione occuperesti in tutte le province italiane. Puoi così confrontare questa informazione con quanti posti in ruolo e incarichi a tempo determinato sono stati assegnati quest’anno in una determinata provincia.

Provalo subito inserendo la tua Classe di Concorso e i tuoi punti

Flussi migratori 2015

Analisi degli spostamenti di regione avvenuti nell'ultimo aggiornamento (2015)

Migliori Scuole

Scopri quali sono le scuole con maggiori opportunità di impiego per la tua materia.
Inserisci la provincia e la tua classe di concorso di tuo interesse. Il sistema ti fornirà un elenco di scuole, ordinate in base al numero di cattedre e ore residue della materia di tuo interesse presenti in ogni istituto.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso

Migliori Classi di concorso

Scopri quali sono le materie che puoi insegnare con il tuo titolo di studio. Inserisci la tua laurea/diploma e clicca su Cerca. Il sistema ti fornirà un elenco delle classi di concorso alle quali puoi accedere e, se sei abbonato, ti suggerirà le classi di concorso migliori per te sulla base delle opportunità occupazionali nelle province di tuo interesse.
Provalo subito! Inserisci qui il tuo titolo di studio

OK OK

Scorri Concorso

Naviga tra le graduatorie del Concorso Docenti DDG 82/2012. Qui le potrai trovare raccolte tutte su un’unica piattaforma e, per ogni graduatoria, potrai visualizzare posti messi a bando e ultimo immesso in ruolo.
In questo modo saprai quanti vincitori devono ancora essere assunti da Concorso.

Provalo subito inserendo regione e classe di concorso che desideri consultare

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

23 giugno udienza fissata ricorso Consiglio di Stato per anno di formazione.

Fa ancora discutere uno dei primi provvedimenti applicativi della legge 107/2015 che prevede, tra i destinatari del periodo di formazione, anche i docenti che abbiano ottenuto il passaggio di ruolo. Le OO.SS. unitamente avevano da subito evidenziato l’invasione di campo del legislatore con gli effetti retroattivi applicati unilateralmente ad opera del D.M. 850/2015. Nonostante le ripetute richieste dei sindacati è tuttavia mancato un significativo confronto e dato il considerevole numero di docenti coinvolti, le OO.SS. hanno presentato ricorso al Tar del Lazio proprio nei confronti del suddetto decreto. In data 25 febbraio si è tenuta al TAR del Lazio l'udienza relativa al ricorso proposto. In tale occasione i giudici con ordinanza hanno sollevato profili di difetto di giurisdizione e rigettato l'istanza cautelare. Vi informiamo a tal proposito che i legali delle sigle sindacali hanno proposto ricorso al Consiglio di Stato avverso il rigetto espresso dal TAR del Lazio e che l'udienza è stata fissata per il 23 giugno. Ricordiamo infatti che la mobilità professionale dei docenti è infatti riservata, per espressa previsione dei decreti legislativi 165/2001 e 297/2004, alla contrattazione collettiva e non alle decisioni discrezionali dell’Amministrazione. Oltre a ciò, proprio l’Amministrazione si era pronunciata con nota prot. n° 3699 del 29 febbraio 2008 precisando con chiarezza che “l’anno di formazione va effettuato una sola volta nel corso della carriera”, riconoscendo inopportuno richiedere ad un docente, con una consistente esperienza di servizio, la stessa formazione prevista per un neo-immesso in ruolo. A tutto questo si aggiunge il fatto che al momento della presentazione della domanda per il passaggio di ruolo la 107 non era ancora legge dello Stato. Il nostro unico dubbio è sulle tempistica: non sarà troppo tardi il 23 giugno considerando che a quella data saranno già terminati i periodi di formazione dei docenti?

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Definizione degli organici per il triennio 2016-2019.

Vi comunichiamo che il Miur ha emanato, in data 29/04/2016, la nota 11729, avente per oggetto: “Dotazioni organiche del personale docente per l’a.s. 2016/2017 – Trasmissione schema di decreto interministeriale”. Con la stessa nota si trasmette, in allegato, lo schema di decreto del Miur da inviare al MEF e al Ministero per la semplificazione e la funzione pubblica, per il previsto concerto. Lo schema di decreto riguarda le disposizioni relative all’organico del personale docente per il triennio 2016/2019, per la quantificazione a livello regionale e nazionale e i criteri di riparto da adottare, in relazione alle realtà provinciali e alle singole istituzioni scolastiche. Le tabelle prevedono una ripartizione suddivisa per i diversi gradi di scuola relativamente ai 601.126posti comuni e a 48.812del potenziamento, oltre alla ripartizione complessiva dei posti di sostegno (96.480 posti in totale, comprensivi della quota aggiuntiva). Per la determinazione dell’organico triennale dell’autonomia, la quantificazione e la ripartizione, tra le Regioni, delle dotazioni di diritto dei diversi ordini e gradi di istruzione è stata effettuata tenendo conto del numero degli alunni risultanti dall'organico di fatto dell'anno scolastico 2015/2016, dell'entità della popolazione scolastica riferita al periodo 2016/2019 rilevata dall'anagrafe degli alunni, dell'andamento delle serie storiche della scolarità degli ultimi anni. Di seguito riportiamo la nota con le novità introdotte evidenziate in neretto. CM ORGANICI PROT 11729 -2016 GRASSETTI

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Archiviato il primo giorno del concorso scuola. Voci di caos smentite dal MIUR. Intanto i sindacati proclamano uno sciopero generale il 23 maggio.

165.578 candidati , oltre 2.500 sedi d’esame, 1.912 i corsisti ieri, 150 minuti, 139 le classi di concorso coinvolte,  93 tipologie di prova, 8 domande della prova scritta che per la prima volta si sono svolta al computer e tantissime polemiche. Con questi numeri si è archiviata il primo giorno del concorso scuola 2016 che andrà avanti fino al 31 maggio prossimo. Bei numeri quelli con i quali il Ministero di Viale Trastevere ha solamente iniziato a fare i conti. Intanto può comunque mettere una crocetta sulla giornata di ieri, il primo giorno delle prove scritte è terminato. Ieri i prof hanno fatto i conti con domande sulla loro materia di insegnamento, di cui 2 in lingua straniera, altra novità del concorso scuola 2016. Sei i quesiti a risposta aperta, 2 (quelli in lingua) a risposta chiusa. Chi supera la prova passa all'orale. Nella valutazione dei titoli si valorizzeranno pure i titoli abilitanti, il servizio pregresso, il dottorato di ricerca e le certificazioni linguistiche. Una prova che però non sembra essersi svolta ovunque in maniera tranquilla, almeno stando a quanto ci riportano i nostri utenti o leggiamo su Twitter e su alcuni gruppi Facebook.  Sembrerebbe che addirittura in alcune scuole di Roma e Palermo, sedi della prova del concorsone, siano persino stati chiamati i carabinieri. Le forze dell'ordine pare che siano intervenute pure in altre zone d'Italia bloccando le prove. Il motivo? Stando a quanto scritto ci sarebbero state illegittimità causate dalla mancanza di commissari e di griglie di valutazione.  E' partito regolarmente il concorsone della scuola. La conferma è del Ministero dell'Istruzione che replica alle voci diffuse sui social di un "caos" nell'avvio della selezione nazionale per i docenti. "Smettiamola - spiega all'ANSA il Miur - il concorso è partito regolarmente,  non risultano i problemi segnalati da vari siti". Intanto i sindacati Cgil, Cisl e Uil, e lo Snals hanno indetto uno sciopero generale per il 23 maggio. Siamo certi che le polemiche non si placheranno. Staremo a vedere.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Adunanza Plenaria dice SI all'ingresso dei diplomati magistrali nelle GaE.

Aumentano le speranze di migliaia di diplomati magistrali  di entrare nelle GaE.  Ieri  il Consiglio di Stato riunito in Adunanza Plenaria in merito al possibile ingresso dei diplomati magistrali nelle Graduatorie ad Esaurimento ha confermato l'orientamento già espresso in precedenza circa l'inserimento nelle GaE dei docenti in possesso del diploma magistrale conseguito prima dell'anno scolastico 2001/2.  Ricordiamo, infatti, che se l'Adunanza Plenaria si fosse espressa in maniera sfavore nei confronti dei docenti in possesso di diploma magistrale abilitante, automaticamente tutti coloro con un ricorso pendente al Consiglio di Stato o al Tar si sarebbero visti  precludere l'accoglimento dello stesso. Si tratta quindi di una notizia molto importante per tutti i diplomati magistrali che attendevano con ansia il giudizio dell'Adunanza Plenaria, sicuramente un bel passo avanti verso il riconoscimento dei diritti di questi insegnanti. Dalle testimonianze pervenuteci la seduta ha vissuto particolari momenti di tensione, poiché la discussione tra i legali intervenuti a difesa dei ricorrenti magistrali e i rappresentanti dell'Avvocatura di Stato, intervenuti in difesa del Ministero dell'Istruzione, è stata particolarmente accesa. Al termine della discussione che si è focalizzata sulla possibilità dei diplomati magistrali di poter accedere alle Graduatorie ad Esaurimento, l'Organo giudiziale di Palazzo Spada ha dato il proprio via libera al riconoscimento di tale diritto. Del resto, la vittoria dei diplomati magistrali era nell'aria, dopo la sentenza positiva emessa dalla sesta sezione del Consiglio di Stato che aveva ammesso, seppur con riserva, circa 8.000 insegnanti nelle Graduatorie ad Esaurimento (ordinanza N. 621 depositata lo scorso 22 aprile 2016). Migliaia e migliaia di precari, a questo punto, guarderanno fiduciosi al giudizio del Tar, il quale in qualità di giudice di primo grado, dovrebbe, senz'altro, tener conto del giudizio espresso dall'Adunanza Plenaria.