Migliori Classi di concorso

Scopri quali sono le materie che puoi insegnare con il tuo titolo di studio. Inserisci la tua laurea/diploma e clicca su Cerca. Il sistema ti fornirà un elenco delle classi di concorso alle quali puoi accedere e, se sei abbonato, ti suggerirà le classi di concorso migliori per te sulla base delle opportunità occupazionali nelle province di tuo interesse.
Provalo subito! Inserisci qui il tuo titolo di studio

Provincia Migliore

Indica la tua abilitazione e il tuo punteggio. Il sistema calcola per te quale posizione occuperesti in tutte le province italiane. Puoi così confrontare questa informazione con quanti posti in ruolo e incarichi a tempo determinato sono stati assegnati quest’anno in una determinata provincia.

Provalo subito inserendo la tua Classe di Concorso e i tuoi punti

Flussi migratori previsionali

Risultati del sondaggio "In quale provincia vuoi stare? (2014)"

Scorri Graduatorie

Naviga tra le graduatorie ad esaurimento arricchite da informazioni quali: posti disponibili per il ruolo, ultimi nominati per incarichi a tempo indeterminato e determinato, graduatorie esaurite, pensionamenti previsti per il prossimo anno. Sono consultabili tutte le graduatorie ad esaurimento di ogni ordine e grado.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso che desideri consultare

Scorri Concorso

Naviga tra le graduatorie del Concorso Docenti DDG 82/2012. Qui le potrai trovare raccolte tutte su un’unica piattaforma e, per ogni graduatoria, potrai visualizzare posti messi a bando e ultimo immesso in ruolo.
In questo modo saprai quanti vincitori devono ancora essere assunti da Concorso.

Provalo subito inserendo regione e classe di concorso che desideri consultare

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Mercoledì 30 luglio prima informativa al MIUR per le assunzioni di ruolo a.s. 2014/15.

Tempi stretti per la definizione delle nuove graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo per il triennio 2014/17. Come prevede l’Art. 11 comma  4 del D.M. 235 del 01/04/2014 entro 5 giorni dalla pubblicazione delle predette graduatorie provvisorie può essere presentato reclamo da parte dei candidati all'Ufficio che ha gestito la domanda di aggiornamento delle stesse per quanto attiene al punteggio attribuito ed alla posizione in graduatoria. Il medesimo Ufficio può procedere, anche in autotutela, alle correzioni necessarie. Successivamente saranno disponibili i nuovi elenchi per l’assunzione del 50% per le nomine a tempo indeterminato per l’a.s. 2014/15.  In ballo ci sono 32.500 nuove stabilizzazioni dal prossimo settembre. E’ questo il contingente chiesto dal MIUR al MEF e Funzione Pubblica per la stabilizzazione del personale precario della scuola. Comunichiamo che essendo terminate le operazioni di mobilità del personale docente, definito il quadro delle disponibilità sull'organico di diritto nonché la consistenza degli esuberi nei diversi ordini e gradi, il MIUR ha fissato per il pomeriggio di mercoledì 30 luglio il primo incontro con  le OO.SS. per l'informativa sulle assunzioni in ruolo a.s. 2014/2015. Vi terremo costantemente informati.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Pasticcio a Roma: graduatorie da rettificare o da ripubblicare?

Alla fine la montagna ha partorito il topolino. L’ambito territoriale di Roma a sorpresa battendo sul tempo tutti ha pubblicato in due tornate il 25 e il 26 luglio le graduatorie ad esaurimento provvisorie per il triennio 2014/17. Fin qui tutto normale se consideriamo che altri ambiti territoriale come Lecce e Latina pur preannunciando la pubblicazione il 22 luglio erano stati costretti a posticipare la pubblicazione a casa di un’anomalia del sistema SIDI. Ma come al solito, accade che  l’errore umano e una piattaforma che mostra sempre di più i suoi limiti, inevitabilmente determinano una valanga di errori che anche questa volta accompagnano la pubblicazione delle nuove graduatorie. Sorvolando sul pasticcio delle lettere R ed S la cui spiegazione è oscura anche a seguito del chiarimento della stessa amministrazione che tiene a specificare che la R significa che l’aspirante ha espresso anche la preferenza per la stipula dei contratti a tempo determinato mentre la S significa che l’aspirante partecipa anche ai fini della stipula dei contratti a tempo indeterminato; per poi riproporre il seguente avviso: “SI FA PRESENTE , COME GIÀ COMUNICATO, CHE GLI ASPIRANTI INCLUSI NELLE GAE PROVVISORIE, DEL PERSONALE DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I° E II° GRADO, GIA’ PUBBLICATE IN DATA 24 LUGLIO 2014, POSSONO VERIFICARE LA PROPRIA ESATTA POSIZIONE, ANCHE CON RIFERIMENTO ALLE PREFERENZE PER LA STUPULA DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO, SUL SITO DEL MIUR : “ ISTANZE ON LINE “ → “ALTRI SERVIZI ” → “GRADUATORIE AD ESAURIMENTO “ . Francamente non si comprende per quale motivo non si procede alla pubblicazione di due distinte graduatorie per gli incarichi a tempo indeterminato e a tempo determinato così come fanno molti ambiti territoriali. Ma il dramma più grosso che di sicuro tormenta e ancora tormenterà l’estate degli aspiranti docenti fino alla pubblicazione delle graduatorie definitive sono gli errori derivanti i punteggi pregressi mancanti la confusione tra titoli e servizi, solo per citarne alcuni. Inevitabili pertanto i ricorsi e le lunghe attese delle persone in fila da questa mattina negli uffici di via Pianciani 32. Errori grossolani come chi si è visto attribuire 600 punti per titoli o chi si è ritrovato con soli 36 punti più abilitazione e titoli senza il punteggio pregresso, oppure come la nostra utente Paola che non si è vista riconoscere in punteggio per l’inclusione negli elenchi salva precari dell’a.s. 2011/12 pur avendo compilato la relativa sezione E0 della domanda online. Ma la polemica maggiore è rappresentata dall’esiguo tempo a disposizione per i ricorsi, poiché i cinque giorni previsti decorrono dalla data di pubblicazione, pertanto scadranno rispettivamente il 29/07/2014 per la scuola secondaria e il 30/07/2014 per la scuola primaria, pertanto solo tre giorni tolti sabato 26 e domenica 27. Ironicamente molti utenti preferirebbero il ritiro delle attuali graduatorie e la ripubblicazione delle stesse ma questa volta corrette. La pazienza degli aspiranti docenti inizia a vacillare stremati da un’estate che li tiene incollati sui siti degli ambiti territoriali in attesa di scoprire il futuro lavorativo per il prossimo triennio naturalmente ricorsi permettendo.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

GRADUATORIE DI ISTITUTO TRIENNIO 2014/16. VALUTAZIONE TITOLI E SERVIZI - PRIMI CHIARIMENTI MIUR

Con la nota prot. AOODGPER n. 7526 del 24 luglio 2014 avente per oggetto: “Graduatorie di istituto triennio 2014/16. Valutazione titoli e servizi.Primi chiarimenti” il MIUR fornisce chiarimenti a quesiti pervenuti in merito alla corretta valutazione dei titoli e servizi. 1) Non dà luogo a punteggio come altro titolo, in altra classe di concorso, l’abilitazione conseguita dai docenti che si sono iscritti con riserva nella II fascia, in quanto trattasi di titolo non posseduto alla data di scadenza della domanda; 2) L’inclusione nella graduatoria di merito del Concorso per titoli ed esami di cui al D.D.G. 24 settembre 2012 n. 82 non dà diritto all’inclusione nelle graduatorie di II fascia, in quanto, ai sensi dell’art. 13 comma III del D.D.G. medesimo, l’abilitazione all’insegnamento viene conseguita dai vincitori solo all’atto dell’assunzione in ruolo. 3) Le disposizioni di cui al punto B2 della Tabella A di valutazione dei titoli di II fascia, si applicano anche ai servizi di insegnamento antecedenti all’anno 2000, prestati in istituti di istruzione secondaria legalmente riconosciuti o pareggiati, ovvero nella scuola primaria parificata, ovvero nella scuola dell’infanzia pareggiata. 4) In analogia a quanto previsto per i docenti di II fascia, è consentito anche ai docenti di III fascia sostituire il titolo di accesso con altro più favorevole. 5) In considerazione dell’istituzione delle nuove tabelle di valutazione di II e III fascia, è possibile rivalutare titoli e servizi precedentemente dichiarati a cui, in virtù delle precedenti tabelle di valutazione, era stato attribuito un punteggio inferiore. A tal fine le istituzioni scolastiche operanti dovranno scomputare il suddetto punteggio dal punteggio precedente ed attribuirlo ex novo. Non dà pertanto luogo all’esclusione dalle graduatorie l’aver riproposto a tal fine titoli precedentemente dichiarati. 6) I docenti di III fascia che chiedono l’inserimento nelle graduatorie di istituto dei Licei Musicali, devono essere in possesso dei medesimi requisiti richiesti per i docenti di I e II fascia, secondo l’allegato E al DPR 89/2010, fatta eccezione per la sola abilitazione. 7) I docenti in possesso del diploma ISEF non possono far valere come altro titolo la laurea quadriennale in Scienze motorie, né le lauree di nuovo ordinamento (LS o LM) ad essa corrispondenti. 8) I vincoli rispetto ai periodi e punteggi valutabili (6 mesi e 12 punti) e ai servizi contemporanei sono da applicare in modo indipendente tra le fasce e, con riferimento alla III fascia tra i singoli insegnamenti, ivi compreso quanto previsto nella nota 15 della tabella B. Analogamente è possibile dichiarare, nel rispetto dei vincoli suddetti, come non specifici servizi già dichiarati in altra fascia o nelle graduatorie ad esaurimento. 9) La certificazione “Nuova ECDL” è assimilabile alla certificazione ECDL prevista nelle tabelle di valutazione di II e III fascia. Pertanto le Scuole operanti attribuiranno alla suddetta nuova certificazione, sia nella II che nella III fascia, il punteggio spettante secondo la seguente graduazione: Livello Base​1 punto Livello Advanced​2 punti Livello Specialised o Livello Professional​3 punti 10) Il servizio prestato nelle classi di concorso A096 e A097 (Lingua Tedesca nelle scuole di lingua italiana della provincia autonoma di Bolzano, di II° e I° grado) è valutabile come servizio specifico rispettivamente per le classi di concorso A546 e A545 (Lingua Tedesca negli Istituti, di II° e I° grado). A tal fine le istituzioni scolastiche operanti integreranno il punteggio calcolato come servizio aspecifico dal Sistema Informativo, utilizzando l’apposita funzione di rettifica punteggi calcolati dal Sistema Informativo. 11) Il servizio con contratto a tempo determinato è valutato come anno scolastico intero, se ha avuto la durata di 180 giorni, oppure se il servizio è stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale, ovvero fino al termine delle attività nella scuola dell’infanzia. 12) La compilazione della sezione riepilogativa “Valutazione dei titoli culturali…” alla pagina 9 dei Mod.A2 e A2bis relativamente alla votazione del titolo di accesso o di altri titoli già valutati in precedenza, non è motivo di esclusione in quanto prodotta, come peraltro indicato nel modello “ai soli fini della validazione del punteggio già proposto dal SIDI” 13) Consentono l’accesso alla terza fascia per posti di personale educativo anche la laurea quadriennale, vecchio ordinamento, in Scienze dell’educazione nonché le lauree 65/S e LM-57 in Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua. 14) Non è valutabile, nella graduatoria dell’infanzia, come seconda abilitazione, il Diploma Magistrale qualora utilizzato come titolo di accesso anche per la scuola primaria, e viceversa.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

AGGIORNAMENTO GRADUATORIE DI ISTITUTO 2014/2016 PERSONALE ATA: POSSIBILI DOMANDE DAL 20 AGOSTO.

Nel pomeriggio di oggi, si è tenuta al MIUR con le OO.SS. una riunione riguardante l’aggiornamento delle graduatorie di istituto 2014/2016 del personale ATA. Molte le novità emerse dalla riunione che in anteprima riportiamo. La prima riguarda la volontà del MIUR di prevedere una revisione della tabella di valutazione dei titoli rispetto a quelli già valutabili per il precedente triennio. Tale tabella prevede per tutti gli aspiranti a supplenza del personale ATA, ad esclusione del profilo di collaboratore scolastico, la valutabilità, di certificazioni informatiche e digitali, con la previsione della valutazione di un solo titolo posseduto. Novità anche per il profilo di collaboratore scolastico. La nuova tabella infatti prevede sia la valutazione di qualifiche ottenute al termine di corsi socio assistenziali e socio sanitari rilasciati dalle regioni, sia quella di certificazioni informatiche e digitali, contemplando, per tali ultime, la valutazione di un solo titolo. Ma la notizia che desta più scalpore è la tempistica indicata durante la riunione. Alla richiesta di alcune organizzazioni sindacali di posticipare la presentazione delle domande a settembre i rappresentanti dell’Amministrazione hanno dichiarato che la volontà del MIUR è di far partire la presentazione delle domande, previste in cartaceo, probabilmente verso il 20 agosto. Online invece sarà il modello relativo alla scelta delle istituzioni scolastiche con termini che saranno successivamente comunicati.