Scorri Graduatorie

Naviga tra le graduatorie ad esaurimento arricchite da informazioni quali: posti disponibili per il ruolo, ultimi nominati per incarichi a tempo indeterminato e determinato, graduatorie esaurite, ultimi nominati in ruolo o a tempo determinato. Sono consultabili tutte le graduatorie ad esaurimento di ogni ordine e grado dal 2009 al 2014.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso che desideri consultare

Migliori Scuole

Scopri quali sono le scuole con maggiori opportunità di impiego per la tua materia.
Inserisci la provincia e la tua classe di concorso di tuo interesse. Il sistema ti fornirà un elenco di scuole, ordinate in base al numero di cattedre e ore residue della materia di tuo interesse presenti in ogni istituto.

Provalo subito inserendo provincia e classe di concorso

Migliori Classi di concorso

Scopri quali sono le materie che puoi insegnare con il tuo titolo di studio. Inserisci la tua laurea/diploma e clicca su Cerca. Il sistema ti fornirà un elenco delle classi di concorso alle quali puoi accedere e, se sei abbonato, ti suggerirà le classi di concorso migliori per te sulla base delle opportunità occupazionali nelle province di tuo interesse.
Provalo subito! Inserisci qui il tuo titolo di studio

Provincia Migliore

Indica la tua abilitazione e il tuo punteggio. Il sistema calcola per te quale posizione occuperesti in tutte le province italiane. Puoi così confrontare questa informazione con quanti posti in ruolo e incarichi a tempo determinato sono stati assegnati quest’anno in una determinata provincia.

Provalo subito inserendo la tua Classe di Concorso e i tuoi punti

Flussi migratori 2014

Analisi degli spostamenti di provincia avvenuti nell'ultimo aggiornamento (2014)

Scorri Concorso

Naviga tra le graduatorie del Concorso Docenti DDG 82/2012. Qui le potrai trovare raccolte tutte su un’unica piattaforma e, per ogni graduatoria, potrai visualizzare posti messi a bando e ultimo immesso in ruolo.
In questo modo saprai quanti vincitori devono ancora essere assunti da Concorso.

Provalo subito inserendo regione e classe di concorso che desideri consultare

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Modello D3 personale ATA: riapertura funzioni

Apprendiamo da ambienti sindacali e in anteprima vi informiamo che l'Amministrazione pare orientata a riaprire la funzione su Istanze on line per la presentazione del modello D3 giovedì prossimo 23 ottobre. Rispetto all'originaria scadenza del 5 novembre ci sarà uno slittamento di 10 giorni pari al tempo di sospensione del servizio. L'Amministrazione assicura inoltre che sarà attivata anche la funzione per la presentazione del modello relativo alla scelta delle 30 scuole anche per gli aspiranti della seconda fascia, pur non esprimendosi, per ora, sui tempi. Restiamo in attesa che venga data notizia ufficiale.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

3.600 firme per mantenere l’attuale struttura d’esame di maturità.

Sono oltre 3.600 le firme raccolte in pochi giorni da un appello online lanciato da Giorgio Allulli, per il mantenimento della attuale struttura delle commissioni d’esame di maturità  - metà membri interni, metà esterni e presidente esterno – e contro la scelta del ministro Giannini, poi recepita nella Legge di Stabilità 2015, di tornare alle commissioni tutte interne (salvo il presidente) volute dal ministro Moratti (2001-2006) a modifica della composizione metà e metà prevista dalla riforma Berlinguer entrata in vigore nel 1999. Secondo la Legge di Stabilità il nuovo Esame di Stato per la scuola secondaria di II grado prevede: una Commissione d'esame composta dai docenti delle materie di esame della classe del candidato, in numero di sei in qualità di membri interni, più il Presidente, in qualità di componente esterno. Nulla cambia rispetto alle modalità con cui sono scelte le materie oggetto d'esame. I commissari sono designati dai consigli di classe e nominati dal Dirigente Scolastico, in modo da assicurare la presenza delle materie oggetto della prima e della seconda prova scritta e un'equilibrata presenza delle altre materie d'esame. Il Presidente è scelto dall'USR tra personale dirigente delle scuole secondarie di II grado statali, personale docente con almeno 10 anni di ruolo e professori universitari di ruolo. Il tutto ottenendo la possibilità di risparmiare 147 milioni di euro. Ma fino a che punto la commissione ‘metà e metà’, può essere considerata ‘esterna’ o ‘terza’ secondo i modelli europei? Inoltre un esame in cui gli insegnanti finiscono per giudicare loro stessi e il loro operato, senza un confronto con valutatori esterni avrebbe ancora senso? E’ dello stesso parere Mariangela Bastico, ex viceministro dell’Istruzione, che fa notare: “In verità, la scelta di commissioni tutte interne (ad eccezione del Presidente) determina di fatto l’assoluta irrilevanza dell’esame di Stato, preparandone la sua abolizione e la conseguente eliminazione del valore legale del titolo di studio. Questa scelta è stata più volte tentata dai governi di centro destra, ma mai portata a compimento, in quanto modificherebbe strutturalmente il sistema nazionale di istruzione, affidandolo ad una logica di mercato, in cui scuole pubbliche e private gareggerebbero per conquistare studenti, la cui selezione verrebbe fortemente condizionata dalla situazione economica e sociale della famiglia di origine" Si parla tanto di tagliare i rami secchi e di ridurre gli sprechi per tornare ad investire nuovamente nella scuola, ma a quanto pare questa ennesima novità votata come al solito al risparmio proprio non piace a nessuno.

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Adesso è scritto nero su bianco, il blocco del contratto è legge. Stop agli aumenti fino al 2015. Le dichiarazioni dei sindacati.

Prime dichiarazioni dei sindacati di categoria sui contenuti della Legge di Stabilità 2015 varate dal Consiglio dei Ministri di ieri che riguardano la Scuola. Tra le misure riportate nel testo della Legge di Stabilità, c'è anche il blocco economico della contrattazione fino al 31 dicembre del 2015. Ci sarà una deroga per la scuola? Si ma per avviare il "merito". Blocco, quindi, per un altro anno. Si tratta dell'Art. 21 del Titolo III della Legge di Stabilità, nel quale al comma 1 si proroga anche al 2015 quanto previsto dall'articolo 9, comma 17, secondo periodo, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Per sbloccare il contratto, i sindacati hanno organizzato una petizione online, che ad oggi ha raccolto ben 7184 firme alla petizione #sbloccacontratto. “Che in una manovra da 36 miliardi non si trovi nemmeno un euro per rinnovare contratti di lavoro fermi da oltre sei anni non è solo un’ingiustizia per milioni di lavoratori e per le loro famiglie, è anche il segno di un’evidente incapacità di cogliere l’importanza e il valore del lavoro pubblico per la collettività.” Questa in duro commento di Francesco Scrima, coordinatore CISL Lavoro Pubblico che aggiunge: “Non è certo penalizzando chi vi opera che si può sostenere l’efficacia e la qualità del servizio pubblico, ed è proprio la contrattazione il terreno giusto su cui costruire scelte condivise avendo per obiettivo la massima efficienza nell’uso delle risorse investite nel sistema. Quella del governo è una scelta miope e sbagliata, che mortifica la dignità del lavoro.” Dello stesso tenore il comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL che afferma: “Le misure sulla scuola contenute nel testo in entrata del ddl di stabilità 2015 avranno come effetto immediato il peggioramento della qualità dell’offerta formativa e delle condizioni di lavoro. Viene bloccato il rinnovo del contratto nei settori pubblici con il chiaro intento di ridurre i salari e i diritti in tutte le pubbliche amministrazioni. È sicuramente importante aver stanziato un miliardo per la stabilizzazione di una parte dei precari nella scuola. Ma nulla viene previsto per tutti gli altri comparti della conoscenza dove nei prossimi mesi si rischia il licenziamento di tantissimi precari.” “Siamo di nuovo ad una ingiusta, doppia penalizzazione per insegnanti e personale della scuola: blocco del contratto e blocco degli aumenti di anzianità” – commenta Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola. “Nessun aumento, né per presunti pigri, né per presunti meritevoli fino al 2019. Questo è il grande buco nero della politica sulla scuola: penalizzare anziché valorizzare l’impegno di docenti e personale (con gli stipendi agli ultimi posti in Europa) non è la via per la scuola di qualità.”

Ultime dal Blog

Ultime dal blog

Approvazione Legge di Stabilità 2015: previsti 500 milioni per la Scuola per la stabilizzazione di 149mila precari.

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, mercoledì 15 ottobre 2014, alle ore 19.54 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. LEGGE DI STABILITÀ 2015 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (disegno di legge) Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Legge di Stabilità 2015. Una manovra finanziaria di 36 miliardi di euro. Qui di seguito i punti principali della legge: • Meno tasse per 18 miliardi; • Gli 80 euro diventano una misura definitiva; • Via gli alibi per chi deve assumere: zero contributi per i contratti a tempo indeterminato; • Investimenti nei settori chiave del Paese: scuola, lavoro, giustizia; • Riduzione del 70% del patto di stabilità per i Comuni; • Più risorse per ricerca e innovazione; • Stop alle spese non coperte; • Spending review: taglio di 15 miliardi di euro; • Recupero e contrasto dell’evasione per 3,8 miliardi e 1 miliardo dalle slot machines; • Libertà per i lavoratori dipendenti di avere il TFR in busta paga con zero costi per le imprese.   Con questo comunicato si conclude oggi dopo diverse ore di ritardo il Consiglio dei Ministri per l’approvazione delle Legge di stabilità 2015. La manovra finanziaria vale 36 miliardi. Oltre ai 15 di spending review, undici miliardi di entrate arriveranno da un aggravio del deficit (di qui "l'allungo" fino al 2,9 per cento), uno dalle slot machine, 0,6 dalla banda larga, un miliardo dalla riprogrammazione e 3,6 dalle rendite finanziarie (comprensivi dei 2,4 miliardi già annunciati dal Governo): in questo caso, annuncia Renzi, "le fondazioni bancarie avranno una tassazione meno conveniente, così come i fondi pensione". Per quanto riguarda le spese, invece, è confermato il bonus degli 80 euro, per un totale di 9,5 miliardi. Mentre sulla scuola "abbiamo messo 500 milioni: servono ad assumere tutti i 149mila della graduatorie a esaurimento". "Si tratta di una svolta storica", ha commentato a caldo il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini.  

Ultime da Quesiti & Risposte

Supplenza per cdc non "preferita"

Ciao, sono fresca di graduatorie e avrei bisogno di un suggerimento: mi hanno chiamata per una supplenza di 18h fino al 22/12 per inglese, quando sto aspettando (o sperando) mi chiamino per francese. Che io sappia, con 18 ore non potrei accettare altri incarichi nel medesimo periodo e così prenderei punteggio per la cdc per la quale sono meno formata e che meno prediligo. Che faccio? Idee? Consigli? GRAZIE

Ultime da Quesiti & Risposte

DISOCCUPAZIONE E PUNTEGGIO

Salve,vorrei sapere se accettando una nomina fine alla fine di marzo 2015 e svolgendo 5h settimanali ovvero 1 ora al giorno...perdo la disoccupazione Aspi . A fini del punteggio come viene calcolato 5 ore a settimana o 1 ora per 5 giorni a settimana? grazie

Ultime da Quesiti & Risposte

supplenze provincia diverse

Salve volevo chiedervi delucidazioni in merito a questa situazione: se sono stato nominato in una scuola statale della provincia di Palermo per 10 ore posso prendere altre 6 ore in una scuola regionale della provincia di Enna?